Associazione Culturale Orizzonti Paranormali
“Non tutto quello che non si comprende necessariamente non esiste”
© Copyright 2011-2020 , tutti i diritti sono riservati. E’ vietata la copia e la pubblicazione, anche parziale, del materiale su altri siti internet e / o su qualunque altro mezzo, ai sensi della legge 22 aprile 1941 nr 633 modificata dalla legge 22 maggio 2004 nr 128.
Associazione Culturale Orizzonti Paranormali

Villa Milani Ghellini – Novoledo (VI)

Relazione tecnica

Luogo e modalità di ricerca In data 21/11/2015 è stata condotta la ricerca presso Villa Milani sita nel comune di Novoledo in provincia d Vicenza. La preparazione tecnica ha avuto inizio alle ore 15.00, mentre i campionamenti sono iniziati alle ore 00.40 e sono terminati alle ore 04.00 del giorno successivo. Sono state impiegate 14 ore di lavoro a persona, escludendo le ore di viaggio. Motivo della ricerca Ci siamo interessati alla struttura della Villa, dopo essere stati contattati dai proprietari, i quali ci riportavano che all’interno dell’ edificio accadevano diverse vicende prive di spiegazioni logiche. Dopo opportuni e specifici colloqui che escludevano episodi di suggestione o particolari processi dinamici della mente , ritenendo genuino ciò che ci veniva riportato dai proprietari ed avendo la struttura un vissuto particolare, abbiamo deciso di intervenire ritenendo il luogo interessante. Operatori presenti durante le ricerche De Bari Antonio, Daniela Basso, Michele Marzoli, Tiziana Nicolì, Luca Zocca, Marco Focaccia. Analisi dei fenomeni fisici convenzionali Fenomeni ottici razionali L’inquinamento ottico durante la ricerca era stato ridotto al minimo in quanto, previa autorizzazione dei proprietari, l’illuminazione all’interno della Villa e nelle zone circostanti era stata spenta. Tale precauzione non escludeva tuttavia la totalità dell’emissione inquinante. Infatti un leggero bagliore proveniva dall’illuminazione di un cortile interno alla villa, di proprietà promiscua, che penetrava dalle finestre dei lati più esterni della struttura in quanto non tutte erano dotate di scuri. Si escludono fenomeni di movimenti di luce artificiale in loco, in quanto il traffico era totalmente assente. Fenomeni acustici razionali La stretta vicinanza al paese e la posizione della villa rispetto ad esso favoriva, anche se non di notevole intensità, il propagarsi di suoni provenienti dal traffico cittadino. Inoltre il vicinato, avrebbe potuto compromettere l’utilizzo corretto dei nostri protocolli dovendo adoperare per precauzione opportune misure per ovviare il possibile inconveniente che tuttavia sarebbe stato escluso grazie alla tipologia di analisi da noi impiegata. Nello specifico nonostante un alto potere di attenuazione sonora delle pareti esterne, parte del traffico stradale è stato rilevato da alcuni dei nostri microfoni, a causa della posizione in area aperta della villa. In alcuni punti delle registrazioni è stato percepito un rumore di fondo, soprattutto nelle basse frequenze, dovuto non solo all’attenuazione prodotta dalla struttura ma anche alle caratteristiche dell’infrasuono di poter percorrere lunghe distanze. L’inquinamento acustico quindi non risulta del tutto escludibile e potrebbe aver compromesso invece possibili reali sviluppi spontanei. Analisi del campo elettromagnetico e ionizzante Analisi dei valori emissivi di cariche elettriche di fondo. Analisi dei fenomeni elettromagnetici Prima di iniziare la ricerca è stato posto a bonifica l’intero ambiente, utilizzando apparecchiature atte ad analizzare lo spettro di possibili picchi in radiofrequenza e a monitorare gli eventuali fenomeni di campo elettrico e di forza. Nello specifico sono state impiegate apparecchiature portatili e da banco, utilizzate in laboratori di misura per l’analisi dello spettro. Durante l’intera ricerca non vi sono state anomalie interazionali significative nell’ambito dei campi elettromagnetici. Sono stati valutati anche possibili presenze di campi elettrici i quali, vista la scarsità di utilizzatori elettrici nell’ambiente, risultavano quasi inesistenti. Nella parte alta della villa esattamente nel corridoio del mezzanino, sono state rilevate emissioni di c.e.m. di bassa intensità dovuti alla possibile posa di tubazioni elettriche interrate. Analisi dei fenomeni sismici e cinetici Sono stati monitorati i possibili fenomeni cinetici, ma al momento non risultano riscontri tangibili. Una lieve attività sismica localizzata è stata notata nella zona dei solai superiori del primo e secondo piano. Il fenomeno è stato ricondotto a cause del tutto naturali. La pavimentazione di questi piani è costituita da basamenti in legno che, al passaggio degli operatori, generava la flessione delle lunghe travi portanti con conseguenti vibrazioni dell’intera pavimentazione. Non vi sono stati elementi anomali dal punto di vista cinetico. Un episodio interessante tuttavia ha destato la nostra attenzione. Infatti mentre stavamo effettuando dei rilievi, 4 dei nostri operatori avevano notato la presenza di una scacchiera di alabastro che presentava i pezzi che la compongono disposti in modo corretto e ordinato. Successivamente ci siamo allontanati dal posto, dopo 8 minuti circa siamo tornati per collocare delle apparecchiature. Osservato nuovamente la scacchiera i pezzi si presentavano spostati rispetto alla volta precedente. Dopo esserci informati e chiesto ai proprietari se fossero stati loro gli artefici dello spostamento, abbiamo convenuto che nessuno dei presenti aveva spostato tali pezzi. Affermiamo ciò in quanto per accedere alla stanza in questione bisognava passare davanti a due nostri collaboratori che stavano posando dei cavi, ma ciò non è accaduto. Tuttavia non avendo una documentazione fotografica e video precedente all’accaduto e non avendo ancora applicato i nostri protocolli di ricerca, in quanto eravamo appena sopraggiunti sul luogo, come nostra consuetudine abbiamo deciso di non considerare l’evento e catalogarlo come convenzionale. Analisi fenomeni olfattivi Durante la ricerca non ci sono stati fenomeni olfattivi che lascino presagire ad un riscontro oggettivo dei fatti nonostante i proprietari abbiano raccontato che più volte nell’abitazione si sviluppasse un forte odore. Analisi della qualità dell’aria I nostri sensori non hanno riportato particolari agenti patogeni nell’aria riscontrando una buona qualità dell’aria. Analisi fenomeni ionizzanti Durante il processo di bonifica sono stati valutati i possibili decadimenti di isotopi naturali, che avrebbero potuto favorire all’interno della struttura degli episodi allucinatori. Al momento come si evince dai rilievi, non possiamo sostenere tesi che permettano di comprovare tali sviluppi. Qui di seguito nella tabella, riportiamo le letture in loco e i parametri medi della serata: Analisi video Durante l’indagine sono state eseguite diverse ore di monitoraggio e cattura video con tipologia Tvcc e mobile, utilizzando tecnologie in banda infrarossa vicina e lontana. Il campionamento delle immagini è stato aumentato con parametri non convenzionali. Ci siamo avvalsi di un' apposita scheda video per l’acquisizione di immagini ad alta frequenza di campionamento, permettendo di rilevare piccoli particolari che potrebbero risultare importanti. Durante il lungo processo di analisi del materiale video delle camere Tvcc, non sono stati riscontrati elementi determinanti da poter dimostrare fenomeni non convenzionali. Non risultano riscontri di anomalie tangibili o certificabili, in quanto l’andamento del video e del suo relativo flusso dati risulta regolare. Esperimenti condotti Non è stato condotto nessun esperimento durante la ricerca. Analisi fenomeni anomali Analisi dei fenomeni elettroacustici Dopo la cattura di numerose ore di registrazione l’analisi elettroacustica NON ha portato a soddisfacenti risultati, dopo l’applicazione dei nostri protocolli le poche tracce potenzialmente interessanti, sono state escluse. Analisi fotografica Durante   la   ricerca   sono   stati   eseguiti   256   scatti   con   diverse   tecniche   fotografiche.   Dopo   la   lunga analisi non sono state riscontrate anomalie sostanziali nei fotogrammi campionati. Analisi possibili fenomeni Sincronici Durante la ricerca non si sono sviluppati elementi che potevano ricondurre a eventi sincronici. Analisi fenomeni termici Durante   la   ricerca   l’unica   anomalia   misurabile   di   carattere   termico,   è   avvenuta   nel   primo   piano   della villa,     esattamente     nel     corridoio     dell’abitazione.     Durante     la     probabile     interconnessione     dei ricercatori   con   il   luogo,   il   ricercatore   de   Bari Antonio   in   questo   caso   specifico   avvertiva   in   un   punto ben    preciso    una    sensazione    particolare.    Sul luogo sono state evidenziate delle differenze di temperatura, che hanno generato fenomeni di “cold-spot” (sbalzi repentini di temperatura ingiustificati). Sembra sia abbastanza frequente che durante le possibili interazioni di un soggetto sensibile con tali “forme di interconnessione“, si possano presentare delle anomalie termiche. In particolare è stato rilevato un cold spot di 2,8 localizzato in un determinato punto, sebbene in quel momento la temperatura globale dell’ambiente si era innalzata di circa un grado a causa della presenza del nostro personale la zona interessata ha invece riportato variazioni interessanti contrarie all’andamento termico generale. Al momento sono state valutate varie ipotesi di carattere convenzionale che non hanno però trovato nessun fondamento. Nella tabella di seguito riportiamo i valori rilevati: Sono state monitorate anche variazioni termiche utilizzando la tecnologia dell’infrarosso lontano con appositi sensori modificati e tarati in modo opportuno. Non sono emersi altri riscontri legati a tali variazioni. Considerazioni T rattandosi di verifiche legate all’aspetto tecnico ma anche strettamente collegate all’aspetto delle sensazioni, non è da escludere completamente anche l’esistenza di analogie collegate a pareri soggettivi. Vi proponiamo dunque di seguito l’impressione esposta da uno degli operatori presenti quella sera. Resoconto sensazioni personali soggetto sensibile La   ricerca   condotta   in   villa   Milani   è   stata   molto   interessante   ed   impegnativa   come   sempre.   Una zona    molto    interessante    è    quella    del    primo    piano    dove    una    variazione    termica    anomala    ha accompagnato   le   mie   sensazioni   come   se   inconsciamente   andassi   in   risonanza   con   una   vicenda passata.   Durante   il   nostro   primo   sopralluogo   come   è   nostra   consuetudine   fare,     senza   sapere   nulla del   vissuto   del   luogo,   sono   state   da   me   visualizzate   delle   vicende   legate   alla   sofferenza   di   un   uomo, dovuta   alla   perdita   di   una   bambina,   che   in   quel   momento   non   ha   destato   interesse   nei   titolari   in quanto    essendo    a    conoscenza    di    quasi    tutte    le    vicende    della    villa    inizialmente    non    hanno confermato   la   mia   tesi.   Successivamente   dopo   alcuni   giorni   siamo   stati   contattati   dal   proprietario   il quale    ci    diceva    che    casualmente    era    venuto    in    possesso    di    alcuni    documenti    storici    che riguardavano   una   vicenda   legata   ad   uno   dei   vecchi   proprietari   della   villa,   il   quale   in   passato   aveva perso in quel luogo una giovane figlia. © tutti i diritti sono riservati
RILEVAMENTO EMF LUOGO EMISS. MAX RF EMISS. C.E. dbm LF µT mW/m2 V/m Soggiorno 0,0135 0,0714 - 52 0,05 Cucina 0,0006 0,0154 - 60 0,05 Bagno lato   salone 0,0006 0,0159 - 60 0,05 Stanza biciclette 0,0012 0,022 - 58,5 0,05 Sala scacchi 0,0246 0,0964 - 50,5 0,05 Disimpegno 0,0045 0,0415 54,3 0,05 Camera patronale 0,0013 0,0228 - 57,3 0,05 Mezzanino 0,0049 0,0429 - 51,7 0,05
- - - -- - - -- - -- - -- - - -- - -- - -- - - -- -- - - -- - - -- - -- - -- - - -- - -- - -- - - -- -- - - -- - - -- - -- - -- - - -- - -- - -- - - -- -- - - -- - - -- - -- - -- -
No.
Range
f rom
t o
Count s
PRat e
DRat e
- - - -- - - -- - -- - -- - - -- - -- - -- - - -- -- - - -- - - -- - -- - -- - - -- - -- - --
0082
1 h
21/ 11/ 2015 16: 22: 00
21/ 11/ 2015 17: 22: 00
0000001822
0,506
0,193
0083
1 h
21/ 11/ 2015 17: 22: 00
21/ 11/ 2015 18: 22: 00
0000001672
0,464
0,176
0084
1 h
21/ 11/ 2015 18: 22: 00
21/ 11/ 2015 19: 22: 00
0000001855
0,515
0,196
0085
1 h
21/ 11/ 2015 19: 22: 00
21/ 11/ 2015 20: 22: 00
0000001869
0,519
0,198
0086
1 h
21/ 11/ 2015 20: 22: 00
21/ 11/ 2015 21: 22: 00
0000001864
0,518
0,197
0087
1 h
21/ 11/ 2015 21: 22: 00
21/ 11/ 2015 22: 22: 00
0000001846
0,513
0,196
0088
1 h
21/ 11/ 2015 22: 22: 00
21/ 11/ 2015 23: 22: 00
0000001803
0,501
0,191
0089
1 h
21/ 11/ 2015 23: 22: 00
2
2/ 11/ 2015 00: 22: 00
0000001775
0,493
0,188
0090
1 h
22/ 11/ 2015 00: 22: 00
22/ 11/ 2015 01: 22: 00
0000001827
0,508
0,193
0091
1 h
22/ 11/ 2015 01: 22: 00
22/ 11/ 2015 02: 22: 00
0000001825
0,507
0,193
0092
1 h
22/ 11/ 2015 02: 22: 00
22/ 11/ 2015 03: 22: 00
0000001830
0,508
0
,194
0093
1 h
22/ 11/ 2015 03: 22: 00
22/ 11/ 2015 04: 22: 00
0000001784
0,496
0,189
0094
1 h
22/ 11/ 2015 04: 22: 00
22/ 11/ 2015 05: 22: 00
0000001876
0,521
0,199
0095
1 h
22/ 11/ 2015 05: 22: 00
22/ 11/ 2015 06: 22: 00
0000001115
0,310
0,117
0096
1 h
22/ 11/ 2015 06: 22: 00
22
/ 11/ 2015 07: 22: 00
0000001496
0,416
0,157
0097
1 h
22/ 11/ 2015 07: 22: 00
22/ 11/ 2015 08: 22: 00
0000001548
0,430
0,163
VALORI IONIZZANTI LUOGO µ Sv Soggiorno 0,02 Cucina 0,02 Bagno lato salone 0,18 Stanza biciclette 0,22 Sala scacchi 0,23 Disimpegno 0,22 Camera patronale 0,16 Mezzanino 0,3
Simbolo cr sito orrizzonti paranormali
Infinito logo ufficiale Orizzonti Paranormali
Associazione Culturale Orizzonti Paranormali Villa Milani Ghellini – Novoledo (VI) Relazione tecnica Luogo e modalità di ricerca In data 21/11/2015 è stata condotta la ricerca presso Villa Milani sita nel comune di Novoledo in provincia d Vicenza. La preparazione tecnica ha avuto inizio alle ore 15.00, mentre i campionamenti sono iniziati alle ore 00.40 e sono terminati alle ore 04.00 del giorno successivo. Sono state impiegate 14 ore di lavoro a persona, escludendo le ore di viaggio. Motivo della ricerca Ci siamo interessati alla struttura della Villa, dopo essere stati contattati dai proprietari, i quali ci riportavano che all’interno dell’ edificio accadevano diverse vicende prive di spiegazioni logiche. Dopo opportuni e specifici colloqui che escludevano episodi di suggestione o particolari processi dinamici della mente , ritenendo genuino ciò che ci veniva riportato dai proprietari ed avendo la struttura un vissuto particolare, abbiamo deciso di intervenire ritenendo il luogo interessante. Operatori presenti durante le ricerche De Bari Antonio, Daniela Basso, Michele Marzoli, Tiziana Nicolì, Luca Zocca, Marco Focaccia. Analisi dei fenomeni fisici convenzionali Fenomeni ottici razionali L’inquinamento ottico durante la ricerca era stato ridotto al minimo in quanto, previa autorizzazione dei proprietari, l’illuminazione all’interno della Villa e nelle zone circostanti era stata spenta. Tale precauzione non escludeva tuttavia la totalità dell’emissione inquinante. Infatti un leggero bagliore proveniva dall’illuminazione di un cortile interno alla villa, di proprietà promiscua, che penetrava dalle finestre dei lati più esterni della struttura in quanto non tutte erano dotate di scuri. Si escludono fenomeni di movimenti di luce artificiale in loco, in quanto il traffico era totalmente assente. Fenomeni acustici razionali La stretta vicinanza al paese e la posizione della villa rispetto ad esso favoriva, anche se non di notevole intensità, il propagarsi di suoni provenienti dal traffico cittadino. Inoltre il vicinato, avrebbe potuto compromettere l’utilizzo corretto dei nostri protocolli dovendo adoperare per precauzione opportune misure per ovviare il possibile inconveniente che tuttavia sarebbe stato escluso grazie alla tipologia di analisi da noi impiegata. Nello specifico nonostante un alto potere di attenuazione sonora delle pareti esterne, parte del traffico stradale è stato rilevato da alcuni dei nostri microfoni, a causa della posizione in area aperta della villa. In alcuni punti delle registrazioni è stato percepito un rumore di fondo, soprattutto nelle basse frequenze, dovuto non solo all’attenuazione prodotta dalla struttura ma anche alle caratteristiche dell’infrasuono di poter percorrere lunghe distanze. L’inquinamento acustico quindi non risulta del tutto escludibile e potrebbe aver compromesso invece possibili reali sviluppi spontanei. Analisi del campo elettromagnetico e ionizzante Analisi dei valori emissivi di cariche elettriche di fondo. Analisi dei fenomeni elettromagnetici Prima di iniziare la ricerca è stato posto a bonifica l’intero ambiente, utilizzando apparecchiature atte ad analizzare lo spettro di possibili picchi in radiofrequenza e a monitorare gli eventuali fenomeni di campo elettrico e di forza. Nello specifico sono state impiegate apparecchiature portatili e da banco, utilizzate in laboratori di misura per l’analisi dello spettro. Durante l’intera ricerca non vi sono state anomalie interazionali significative nell’ambito dei campi elettromagnetici. Sono stati valutati anche possibili presenze di campi elettrici i quali, vista la scarsità di utilizzatori elettrici nell’ambiente, risultavano quasi inesistenti. Nella parte alta della villa esattamente nel corridoio del mezzanino, sono state rilevate emissioni di c.e.m. di bassa intensità dovuti alla possibile posa di tubazioni elettriche interrate. Analisi dei fenomeni sismici e cinetici Sono stati monitorati i possibili fenomeni cinetici, ma al momento non risultano riscontri tangibili. Una lieve attività sismica localizzata è stata notata nella zona dei solai superiori del primo e secondo piano. Il fenomeno è stato ricondotto a cause del tutto naturali. La pavimentazione di questi piani è costituita da basamenti in legno che, al passaggio degli operatori, generava la flessione delle lunghe travi portanti con conseguenti vibrazioni dell’intera pavimentazione. Non vi sono stati elementi anomali dal punto di vista cinetico. Un episodio interessante tuttavia ha destato la nostra attenzione. Infatti mentre stavamo effettuando dei rilievi, 4 dei nostri operatori avevano notato la presenza di una scacchiera di alabastro che presentava i pezzi che la compongono disposti in modo corretto e ordinato. Successivamente ci siamo allontanati dal posto, dopo 8 minuti circa siamo tornati per collocare delle apparecchiature. Osservato nuovamente la scacchiera i pezzi si presentavano spostati rispetto alla volta precedente. Dopo esserci informati e chiesto ai proprietari se fossero stati loro gli artefici dello spostamento, abbiamo convenuto che nessuno dei presenti aveva spostato tali pezzi. Affermiamo ciò in quanto per accedere alla stanza in questione bisognava passare davanti a due nostri collaboratori che stavano posando dei cavi, ma ciò non è accaduto. Tuttavia non avendo una documentazione fotografica e video precedente all’accaduto e non avendo ancora applicato i nostri protocolli di ricerca, in quanto eravamo appena sopraggiunti sul luogo, come nostra consuetudine abbiamo deciso di non considerare l’evento e catalogarlo come convenzionale. Analisi fenomeni olfattivi Durante la ricerca non ci sono stati fenomeni olfattivi che lascino presagire ad un riscontro oggettivo dei fatti nonostante i proprietari abbiano raccontato che più volte nell’abitazione si sviluppasse un forte odore. Analisi della qualità dell’aria I nostri sensori non hanno riportato particolari agenti patogeni nell’aria riscontrando una buona qualità dell’aria. Analisi fenomeni ionizzanti Durante il processo di bonifica sono stati valutati i possibili decadimenti di isotopi naturali, che avrebbero potuto favorire all’interno della struttura degli episodi allucinatori. Al momento come si evince dai rilievi, non possiamo sostenere tesi che permettano di comprovare tali sviluppi. Qui di seguito nella tabella, riportiamo le letture in loco e i parametri medi della serata: Analisi video Durante l’indagine sono state eseguite diverse ore di monitoraggio e cattura video con tipologia Tvcc e mobile, utilizzando tecnologie in banda infrarossa vicina e lontana. Il campionamento delle immagini è stato aumentato con parametri non convenzionali. Ci siamo avvalsi di un' apposita scheda video per l’acquisizione di immagini ad alta frequenza di campionamento, permettendo di rilevare piccoli particolari che potrebbero risultare importanti. Durante il lungo processo di analisi del materiale video delle camere Tvcc, non sono stati riscontrati elementi determinanti da poter dimostrare fenomeni non convenzionali. Non risultano riscontri di anomalie tangibili o certificabili, in quanto l’andamento del video e del suo relativo flusso dati risulta regolare. Esperimenti condotti Non è stato condotto nessun esperimento durante la ricerca. Analisi fenomeni anomali Analisi dei fenomeni elettroacustici Dopo la cattura di numerose ore di registrazione l’analisi elettroacustica NON ha portato a soddisfacenti risultati, dopo l’applicazione dei nostri protocolli le poche tracce potenzialmente interessanti, sono state escluse. Analisi fotografica Durante   la   ricerca   sono   stati   eseguiti 256      scatti      con      diverse      tecniche fotografiche.    Dopo    la    lunga    analisi non    sono    state    riscontrate    anomalie sostanziali             nei             fotogrammi campionati. Analisi    possibili    fenomeni Sincronici Durante     la     ricerca     non     si     sono sviluppati      elementi      che      potevano ricondurre a eventi sincronici. Analisi fenomeni termici Durante    la    ricerca    l’unica    anomalia misurabile     di     carattere     termico,     è avvenuta   nel   primo   piano   della   villa, esattamente              nel              corridoio dell’abitazione.    Durante    la    probabile interconnessione   dei   ricercatori   con   il luogo,   il   ricercatore   de   Bari Antonio   in questo   caso   specifico   avvertiva   in   un punto    ben    preciso    una    sensazione particolare.     Sul luogo sono state evidenziate delle differenze di temperatura, che hanno generato fenomeni di “cold-spot” (sbalzi repentini di temperatura ingiustificati). Sembra sia abbastanza frequente che durante le possibili interazioni di un soggetto sensibile con tali “forme di interconnessione“, si possano presentare delle anomalie termiche. In particolare è stato rilevato un cold spot di 2,8 localizzato in un determinato punto, sebbene in quel momento la temperatura globale dell’ambiente si era innalzata di circa un grado a causa della presenza del nostro personale la zona interessata ha invece riportato variazioni interessanti contrarie all’andamento termico generale. Al momento sono state valutate varie ipotesi di carattere convenzionale che non hanno però trovato nessun fondamento. Nella tabella di seguito riportiamo i valori rilevati: Sono state monitorate anche variazioni termiche utilizzando la tecnologia dell’infrarosso lontano con appositi sensori modificati e tarati in modo opportuno. Non sono emersi altri riscontri legati a tali variazioni. Considerazioni T rattandosi di verifiche legate all’aspetto tecnico ma anche strettamente collegate all’aspetto delle sensazioni, non è da escludere completamente anche l’esistenza di analogie collegate a pareri soggettivi. Vi proponiamo dunque di seguito l’impressione esposta da uno degli operatori presenti quella sera. Resoconto            sensazioni personali                 soggetto sensibile La    ricerca    condotta    in    villa    Milani    è stata         molto         interessante         ed impegnativa   come   sempre.   Una   zona molto   interessante   è   quella   del   primo piano    dove    una    variazione    termica anomala     ha     accompagnato     le     mie sensazioni    come    se    inconsciamente andassi   in   risonanza   con   una   vicenda passata.     Durante     il     nostro     primo sopralluogo         come         è         nostra consuetudine     fare,         senza     sapere nulla   del   vissuto   del   luogo,   sono   state da     me     visualizzate     delle     vicende legate    alla    sofferenza    di    un    uomo, dovuta    alla    perdita    di    una    bambina, che   in   quel   momento   non   ha   destato interesse      nei      titolari      in      quanto essendo   a   conoscenza   di   quasi   tutte le   vicende   della   villa   inizialmente   non hanno      confermato      la      mia      tesi. Successivamente    dopo    alcuni    giorni siamo   stati   contattati   dal   proprietario il   quale   ci   diceva   che   casualmente   era venuto       in       possesso       di       alcuni documenti    storici    che    riguardavano una   vicenda   legata   ad   uno   dei   vecchi proprietari     della     villa,     il     quale     in passato    aveva    perso    in    quel    luogo una giovane figlia. © tutti i diritti sono riservati
RILEVAMENTO EMF LUOGO EMISS. MAX RF EMISS. C.E. dbm LF µT mW/m2 V/m Soggiorno 0,0135 0,0714 - 52 0,05 Cucina 0,0006 0,0154 - 60 0,05 Bagno lato  salone 0,0006 0,0159 - 60 0,05 Stanza biciclette 0,0012 0,022 - 58,5 0,05 Sala scacchi 0,0246 0,0964 - 50,5 0,05 Disimpegno 0,0045 0,0415 54,3 0,05 Camera patronale 0,0013 0,0228 - 57,3 0,05 Mezzanino 0,0049 0,0429 - 51,7 0,05
- - - -- - - -- - -- - -- - - -- - -- - -- - - -- -- - - -- - - -- - -- - -- - - -- - -- - -- - - -- -- - - -- - - -- - -- - -- - - -- - -- - -- - - -- -- - - -- - - -- - -- - -- -
No.
Range
f rom
t o
Count s
PRat e
DRat e
- - - -- - - -- - -- - -- - - -- - -- - -- - - -- -- - - -- - - -- - -- - -- - - -- - -- - --
0082
1 h
21/ 11/ 2015 16: 22: 00
21/ 11/ 2015 17: 22: 00
0000001822
0,506
0,193
0083
1 h
21/ 11/ 2015 17: 22: 00
21/ 11/ 2015 18: 22: 00
0000001672
0,464
0,176
0084
1 h
21/ 11/ 2015 18: 22: 00
21/ 11/ 2015 19: 22: 00
0000001855
0,515
0,196
0085
1 h
21/ 11/ 2015 19: 22: 00
21/ 11/ 2015 20: 22: 00
0000001869
0,519
0,198
0086
1 h
21/ 11/ 2015 20: 22: 00
21/ 11/ 2015 21: 22: 00
0000001864
0,518
0,197
0087
1 h
21/ 11/ 2015 21: 22: 00
21/ 11/ 2015 22: 22: 00
0000001846
0,513
0,196
0088
1 h
21/ 11/ 2015 22: 22: 00
21/ 11/ 2015 23: 22: 00
0000001803
0,501
0,191
0089
1 h
21/ 11/ 2015 23: 22: 00
2
2/ 11/ 2015 00: 22: 00
0000001775
0,493
0,188
0090
1 h
22/ 11/ 2015 00: 22: 00
22/ 11/ 2015 01: 22: 00
0000001827
0,508
0,193
0091
1 h
22/ 11/ 2015 01: 22: 00
22/ 11/ 2015 02: 22: 00
0000001825
0,507
0,193
0092
1 h
22/ 11/ 2015 02: 22: 00
22/ 11/ 2015 03: 22: 00
0000001830
0,508
0
,194
0093
1 h
22/ 11/ 2015 03: 22: 00
22/ 11/ 2015 04: 22: 00
0000001784
0,496
0,189
0094
1 h
22/ 11/ 2015 04: 22: 00
22/ 11/ 2015 05: 22: 00
0000001876
0,521
0,199
0095
1 h
22/ 11/ 2015 05: 22: 00
22/ 11/ 2015 06: 22: 00
0000001115
0,310
0,117
0096
1 h
22/ 11/ 2015 06: 22: 00
22
/ 11/ 2015 07: 22: 00
0000001496
0,416
0,157
0097
1 h
22/ 11/ 2015 07: 22: 00
22/ 11/ 2015 08: 22: 00
0000001548
0,430
0,163
VALORI IONIZZANTI LUOGO µ Sv Soggiorno 0,02 Cucina 0,02 Bagno lato salone 0,18 Stanza biciclette 0,22 Sala scacchi 0,23 Disimpegno 0,22 Camera patronale 0,16 Mezzanino 0,3
Menu