Associazione Culturale Orizzonti Paranormali
“Non tutto quello che non si comprende necessariamente non esiste”
Copyright
Webmaster: O.P.staff
U.F.O. ed alieni nella storia Di Michele Marzoli Nota: Anche se il seguente articolo realizzato dal nostro Michele Marzoli non è stato ultimato, in quanto non è più con noi in questo mondo fisico, abbiamo comunque ritenuto oppurtuno pubblicarlo in sua memoria. Termini U.F.O. L'acronimo   inglese   U.F.O.   (Unidentified   Flying   Object)   ed   in   italiano   O.V.N.I.   (Oggetto   Volante   Non Identificato)   indica   tutti   quegli   oggetti   volanti   non   identificabili   o   non   riconoscibili   tra   gli   aeromobili   di forma   e   funzionamento   canonici   che   solcano   i   nostri   cieli   a   volte   compiendo   manovre   che   esulano   dalle leggi fisiche terrestri convenzionali. U.S.O. L'   acronimo   inglese   (Unidentified   Sailing   Object)   indica   quei   mezzi   non   convenzionali   che   partono, atterrano o viaggiano nell'acqua di oceani, mari o fiumi. Negli   anni   si   sono   osservati   “dischi   volanti”   entrare   ed   uscire   dall'acqua   a   gran   velocità   senza   però proiettare   schizzi   o   muovere   onde   sul   pelo   dell'acqua.   Tanti   avvistamenti   di   U.S.O.   sono   stati   riportati   da militari   impegnati   in   marina,   che   grazie   alle   loro   conoscenze   in   ambito   tecnico   dei   mezzi   convenzionali militari,   possono   asserire   con   buona   certezza   di   aver   visto   mezzi   di   tecnologia   non   umana,   con   forma   o comportamento impossibile per  le leggi della fisica convenzionale. La   frequenza   maggiore   di   avvistamenti   in   certe   zone   piuttosto   che   in   altre   ha   lasciato   supporre   la presenza   di   “basi   aliene”   sommerse   negli   oceani.   Questa   tesi   è   stata   supportata   per   alcune   zone   dagli scandagliamenti dei fondali oceanici che hanno evidenziato delle anomalie nei fondali. U.F.O. terrestri Nel   corso   degli   ultimi   secoli   l'attenzione   dell'industria   militare   è   ricaduta   sulla   possibilità,   grazie   alla   retro- ingegneria,   di   produrre   mezzi   in   grado   di   effettuare   operazioni   che   vanno   oltre   la   scienza   e   la   fisica ufficiali. In   occasione   di   avvistamenti   che   sono   culminati   con   uno   schianto   al   suolo   dell'   u.f.o.   si   è   potuto osservare   la   rapidità   di   reparti   militari   nel   recarsi   in   loco   e   prendere   possesso   della   zona   limitando l'accesso   a   civili,   giornalisti   e   curiosi.   Alcune   volte   questi   avvenimenti   sono   stati   spiegati   catalogandoli come:   incidente   di   un   mezzo   in   fase   di   test,   palloni   meteorologici,   eventi   meteorologici   o   astronomici. Nella   maggior   parte   dei   casi   non   hanno   rilasciato   dichiarazioni   sino   all'arrivo   della   “versione   ufficiale”, divulgandola tra i testimoni e ordinando di attenersi strettamente a questa. Il mezzo incidentato ed il probabile equipaggio spariscono assieme al convoglio militare. Va detto che la retro-ingegneria era applicata e conosciuta già ai tempi della seconda guerra mondiale. S ocietà Vrill Società   di   occultisti,   medium,   contattisti   ed   ingegneri   fortemente   voluta   e   creata   da Adolf   Hitler   durante   la II   Guerra   Mondiale.   Dal   connubio   di   queste   menti   eccelse   nacquero   progetti   come   “Vrill   odin”   con l'intenzione   di   creare   un   mezzo   dotato   di   propulsione   ad   antigravità   e   con   forma   discoide   ed   il   progetto “die   Gloch”(la   campana)   con   l'intento   di   creare   una   macchina   in   grado   di   mettere   in   contatto   realtà   di dimensioni diverse o addirittura di poter mandare persone in tempi passati. Nella Storia L'osservazione   e   la   registrazione   di   tale   fenomeno   ha   da   sempre   accompagnato   l'uomo   già   dagli   albori della   sua   permanenza   sulla   terra   e   le   prove   le   possiamo   trovare   in   diversi   contesti:   nelle   pitture   rupestri più   antiche   sparpagliate   in   tutto   il   mondo,   nelle   tradizioni   collegate   a   veri   culti,   nella   mitologia,   nelle cronache   antiche,   nelle   scritture   sacre,   nelle   miniature   medievali,   nei   quadri   del   rinascimento   per   arrivare ad oggi nel grande fiume di informazioni che scorre attraverso internet. Preistoria: pitture rupestri Gli   archeologi   hanno   riportato   alla   luce   diversi   dipinti   rupestri   risalenti   a   tempi   antichissimi,   nei   quali venivano   descritti   momenti   della   vita   di   tutti   i   giorni   come   la   caccia,   le   danze   e   i   rituali.   É   interessante notare   come   alcuni   particolari   di   questi   disegni   non   siano   identificabili   come   animali,   o   forme   naturali   ma facciano   riferimento   a   oggetti   dal   cielo   di   svariate   forme   o   persone   dalle   sembianze   umanoidi   ma   con delle caratteristiche uniche non ritrovabili negli altri “omini” disegnati nelle stesse scene.     Pitture scoperte in Valcamonica Medioevo Dal medioevo italiano ci arrivano le cronache di Angelo de Tummullilis che nel suo “Notabilia Temporum” del 1470 descrive un asse infuocata attraversare i cieli della ciociaria. Rinascimento “Fondazione   della   chiesa   di   santa   Maria   Maggiore   a   Roma” meglio     conosciuto     come     ”Il     miracolo     della     neve’’     di Tommaso di Cristoforo Fini. ' 'Madonna   con   S.   Giov annino''   da   notare   il particolare   nel   cielo   a   destra   del   volto   della Madonna   e   poco   più   in   basso   una   persona in   fase   di   osservazione.   Esposto   a   Firenze nei ''Musei del Palazzo Vecchio'' Incisioni del 1561 “La battaglia di Norimberga” Incisione del 1566 rappresentante un evento probabilmente ufologico a Basilea Avvistamento fatto in mare del 1660 descritto nel libro "Theatrum Orbis Terrarum" di Admiral Blaeu. Scritture Sacre Da quando c'è uomo, c'è religione. Studi   pubblicati   recentemente   ma   durati   parecchi   anni,   hanno   messo   in   evidenza   parecchi   punti   in comune tra culti distanti tra loro sia nel tempo che nello spazio. Questo ci fa pensare che ci sia un storia di fondo comune a tutti i popoli e culti. Ad   esempio   sia   in   tradizioni   Sumere,   precolombiane   e   anche   dell'antico   Egitto   si   trovano   Dei   dagli   occhi azzurri che con strumenti “magici”(o tecnologici) riescono in imprese colossali o portano doni all'uomo. Vimana Nelle scritture sacre indiane Mahabharata e Ramayana del 3000 a.C., vengono ampiamente descritte delle vere e proprie astronavi che servivano ai signori celesti per recarsi dove più preferivano, in grado di sparire tra le nuvole con lampi, lingue di fuoco e bagliori accecanti. Cristianità Persino nella tradizione Cristiana si parla di carri infuocati che scendono dal cielo con gran fragore, di mezzi volanti descritti come cerchi con all'interno un altro cerchio e di signori delle stelle per esempio in Esodo 19, 16-25: dal sito www.laparola.net Elohim e Nephilm Il termine ebraico “Elohim” usato nel Vecchio Testamento, è al centro di una accesa discussione in quanto tradotto nelle versioni ufficiali della Bibbia con “Dio” ma sempre ritenuto il plurale di “Eloah” dagli studiosi dell'ebraico antico. Nephilim viene comunemente tradotto con “i Giganti” o “i Titani” ma anche come “i Caduti”. Nella Bibbia in Genesi 6, 1-8 troviamo per esempio uno spunto per teorizzare la molteplicità degli esseri celesti in grado di viaggiare fino sulla Terra ed interagire con i neocreati umani. dal sito www.laparola.net Majestic 12 Fino agli anni  ’90 era una commissione top secret del governo americano con l’ unico scopo di mantenere rapporti stabili con EBE (Entità Biologiche Extraterrestri) sotto massima segretezza sull'interferenza aliena. Documenti desecretati grazie al progetto “disclosure”, mostrano chiaramente che ci sono dei protocolli specifici per la gestione di avvistamenti o per l'incontro con rappresentanti di altri pianeti. Anche negli archivi del KGB si possono trovare manuali per gestire incontri con EBE. Men in Black Nell'ufologia   moderna   si   incontrano   parecchi   casi   dove   i   testimoni   oculari   o   contattisti   riportano   di   aver avuto   visite   da   esseri   all'apparenza   umani,   vestiti   in   modo   elegante   con   un   completo   nero,   scendere   da macchine   nere   e   con   incidere   innaturale   quasi   robotico,   avvicinare   i   malcapitati   per   “convincerli”   che   ciò che   avevano   visto   fosse   spiegabile   senza   nominare   ufo   o   vita   extraterrestre.   L'incontro   di   solito   è   breve ed   accompagnato   da   sensazioni   di   blocco   o   sgomento   da   parte   dei   testimoni   come   se   i   MIB   abbiano capacità mentali superiori e quindi in grado di interagire direttamente con il pensiero delle vittime. Alcuni   suppongono   che   siano   androidi   al   100%,   altri   che   siano   EBE   (Entità   Biologiche   Extraterrestri)   che collaborano   con   alti   ranghi   militari   e   governativi   nell'intento   di   proteggere   la   segretezza   delle   attività   ET sulla terra. Abduction (rapimenti) Esiste   un'   enorme   casistica   di   persone   comuni   con   esperienze   particolari   legate   ad   incontri   diretti   con EBE.   Tra   questi   ci   sono   anche   persone   che   hanno   passato   del   tempo,   loro   malgrado,   a   bordo   di navicelle    o    in    basi    terrestri    o    lunari.    Questi    ultimi    riportano    ricordi    di    esperienze    di    rapimento caratterizzati da alcuni particolari: - Il rapimento avviene di notte, dapprima una sensazione di disagio e poi blocco fisico del corpo. -   Una   forte   luce   entra   nella   stanza   e   poco   dopo   l'addotto   si   ritrova   sdraiato   su   di   un   tavolo   probabilmente metallico   e   circondato   da   EBE   a   volte   simili   tra   di   loro   a   volte   talmente   diversi   da   supporre   che   siano   di “razze” diverse. -   Le   operazioni   subite   dall'addotto   sono   molteplici:   dall'impianto   di   tecnologia,   allo   studio   della   psiche usando immagini telepatiche fino all' inseminazione di feti ibridi. -   Spesso   questi   ricordi   non   affiorano   fino   a   quando   le   persone   non   si   sottopongono   ad   una   serie   di sedute di ipnosi regressiva atte allo sblocco di questi ricordi. Impianti Impianto   alieno   di   solito   è   un   frammento   metallico   di   pochi   mm   che   produce   anche   una   radiofrequenza completamente ricoperto di materiale biologico che lo protegge dal rigetto. Questi   impianti   vengono   spesso   trovati   grazie   a   lastre   fatte   per   altre   ragioni   visto   che   l'addotto   non ricorda a mente lucida l'accaduto. Al   momento   dell'estrazione   i   chirurghi   raccontano   di   trovare   molta   difficoltà   visto   che   gli   impianti   sono perfettamente   saldati   a   ciò   che   li   circonda   che   siano   ossa,   muscoli,   grasso   o   nervi   ed   inoltre   non   ci   sono segni post operatori o cicatrici nella zona interessata. Test psichici Dalle   ipnosi   regressive   si   evince   che   spesso   gli   addotti   vengono   sottoposti   ad   immagini   e   sensazioni molto   forti   indotti   telepaticamente.   Ciò   ha   fatto   supporre   agli   studiosi   della   materia   che   i   rapitori   siano interessati   alle   potenzialità   che   hanno   le   emozioni   umane   più   recondite   (amore,   odio,   paura),   forse perchè loro ne sono privi. Esperimenti genetici Sempre   grazie   alle   ipnosi   sono   venuti   alla   luce   ricordi   legati   all'ambiente   di   lavoro   dei   rapitori.   Affiorano dai   ricordi   degli   stralci   di   interni   di   navicella   ed   a   volte   il   ricordo   di   essere   stato   portato   in   basi   stabili sotterranee, sottomarine o sotto i ghiacci dei poli. È   un   dato   comune   a   molti   ricordi   la   presenza   di   incubatrici   artificiali   occupate   da   embrioni   più   o   meno antropomorfi. Nei   casi   di   rapiti   di   sesso   femminili   c'è   una   forte   presenza   di   operazioni   come   il   prelievo   di   ovuli   o l'impianto di feti che poi vengono monitorati e prelevati in successivi rapimenti.
Pitture scoperte a Kimberly Australia